Come proteggere la pelle dal sole – Quanto contribuisce l’esposizione solare all’invecchiamento della pelle?

Athena Estetica - Proteggersi dai raggi solari

Un buon prodotto solare è quello che ha filtri stabili che non devono essere ” assorbibili ” dalla pelle.
I filtri di bassa qualità non garantiscono la foto-stabilità e possono creare seri danni alla pelle ma anche all’intero organismo. Un’altra cosa importante da ricordare è quella di applicare la crema con fattore di protezione anche in città ed esporsi al sole in maniera responsabile. E ricordati sempre che abbiamo un credito solare alla nascita che poi si va ad esaurire, quindi pensiamoci per tempo!

COME SCEGLIERE L’ SPF
Lo sai che i fattori di protezione solare ti proteggono tutti nello stesso modo? No, non sono impazzita, ti volevo solo spiegare perché e come scegliere un fattore di protezione solare. Partendo chiaramente non si può risparmiare sull’acquisto della crema solare perché i filtri devono essere stabili e non assorbibili dalla pelle( lo avevamo già detto!!) e quindi, qualche euro in più lo dobbiamo spendere, in un solare buono la protezione dai raggi UVB è circa il 98% sia se acquisti una protezione 30 sia se acquisti una protezione 50. Allora perché dobbiamo scegliere una protezione a volte media, a volte alta e per alcune pelli altissima?

Perché dipende da quanto tempo impieghi a bruciacchiarti quando sei al sole!
Se mettessimo una protezione 15 su una pelle molto delicata dovremmo riapplicarla dopo 15 minuti e poi ogni 15 minuti di nuovo.
Se mettiamo direttamente una protezione 50+ possiamo starcene un po’ tranquille e riapplicarla dopo un’ora o due. Quindi se un giorno ti dimentichi la crema solare a casa e al mare hai nella borsa solo la protezione più bassa di quella che normalmente usi, sappi che puoi utilizzarla ugualmente perché sarai protetta nello stesso modo ma devi solo ricordarti di applicarla più spesso (e quando dico spesso non intendo solo 2 volte al giorno!)

Invecchiamento e sole – Quanto contribuisce l’esposizione solare all’invecchiamento della pelle?

Athena Estetica - Invecchiamento e sole

L’invecchiamento precoce non è solo questione di genetica o del tempo che passa.
Recenti studi hanno dimostrato che solo il 20% dell’invecchiamento della pelle dipende da un rallentamento delle funzioni biologiche, mentre l’80% è dovuto a fattori esterni come sole, smog e inquinamento. Ne consegue quindi che la comparsa di rughe, l’opacità, i segni di disidratazione, le macchie che compaiono in età giovane non dipendono solo ed esclusivamente da crono invecchiamento ma anche da abitudini scorrette e da elementi esterni tra cui i raggi UV, responsabili dell’invecchiamento.

Il sole fa bene alla salute e all’umore. Ma esporsi al sole in modo eccessivo o sbagliato può provocare danni anche importanti. È bene ricordare che si tratta pur sempre di radiazioni ultraviolette, esistono tre tipi di RAGGI UV:
UVB che raggiungono l’epidermide
UVA che arrivano fino al derma
UVC che difficilmente arrivano alla terra e quindi non preoccupanti per l’uomo

Gli UVB si fermano in superficie e gli effetti son visibili fin da subito con scottature, eritemi o rossori, gli UVA agiscono in profondità, soprattutto nel derma, e nel frattempo le fibre di collagene ed elastina diventano più fragili, si evidenzia la perdita di densità, il rilassamento cutaneo, le macchie ipercromiche e ipocromiche.
Questo dovrebbe spaventarti sufficientemente e farti riflettere.
Questo processo inizia già a 20 anni ed agisce progressivamente quindi protezioni adeguate fina dalla giovane età.
Per questo è importante capire il nostro fototipo ed usare il solare protettivo più adatto alla nostra pelle.

Come scegliere l’Spf

Athena Estetica - News, come scegliere l'Spf

Lo sai che i fattori di protezione solare ti proteggono tutti nello stesso modo? No, non sono impazzita ti volevo solo spiegare perché e come scegliere un fattore di protezione in un solare.
Partendo dal fatto che chiaramente non si può risparmiare sull’acquisto della crema solare perché i filtri devono essere stabili e non assorbibili dalla pelle (l’avevamo già detto!) e quindi qualche euro in più lo dobbiamo spendere, in un solare buono la protezione dai raggi Uvb è circa al 98% sia se acquisti una protezione 30 sia se acquisti una protezione 50.

Allora perché dobbiamo scegliere una protezione a volte media, a volte alta e per alcune pelli altissima?
Perché dipende da quanto tempo impieghi a bruciacchiarti quando sei al sole!

Se mettessimo una protezione 15 su una pelle molto delicata dovremmo riapplicarla dopo 15 minuti e poi ogni 15 minuti di nuovo. Se mettiamo direttamente una protezione 50+ possiamo starcene un po’ tranquille e riapplicarla dopo 1 ora o 2. Quindi se un giorno ti dimentichi la crema solare a casa e al mare hai nella borsa solo una protezione più bassa di quella che normalmente usi, sappi che puoi utilizzarla ugualmente perché sarai protetta nello stesso modo ma devi solo ricordarti di applicarla più spesso (e quando dico spesso non intendo solo 2 volte al giorno!)

A presto, Dory

#pelle #curadellapelle #solari #tintarella #abbronzatura #mare #sole #spiaggia #estate #summer #cremasolare #protezionesolare #vacanze #holiday #beauty #beautyblog #beautyblogger #consiglidibellezza #bellezza #benessere #follow #vacanze2020 #beautyroutine #estetista #centroestetico

Tonificazione e cellulite

Athena Estetica news - Cellulite o no?

Molte volte un inestetismo come l’atonia (cioè la mancanza di tonificazione) di una coscia o di un gluteo viene scambiata per cellulite. In tanti pensano che le “ondine” presenti sulla pelle siano cellulite ed invece è solo tono tessutale e muscolare sceso.

Per questo è importante affidarsi a delle professioniste dell’estetica, che già in fase di check-up possano capire su quale “problema” si debba lavorare, anche perché se lavorate una gamba con prodotti e trattamenti sbagliati non avrete nessun risultato.

Ti aspettiamo quando vuoi in Istituto per un check-up professionale ed i prodotti e macchinari più all’avanguardia.

L’unghia non respira

Cura delle unghie, estetica di base - Athena Estetica Roma

Ripetiamo tutte insieme:
l’unghia non respira, l’unghia non respira. L’unghia è fatta di cheratina e come per i capelli non ci facciamo male se le tagliamo.
Sono attaccate ma non respirano.
Quello che fa male sono smontaggi di gel e semipermanenti con limature eccessive, sono loro che danneggiano l’unghia. Metti tutti gli smalti che vuoi, l’unghia non ne risentirà.
Ma scegli un’estetista o onicotecnica esperta!

Consigli per l’estate

Consigli per l'estate - Athena Estetica

Tre cose facili che puoi fare quando sei in vacanza nella tua Beauty Routine.

Quando sei fuori per un week-end o sei proprio in vacanza abbiamo sempre un po’ più di tempo per noi dopo la doccia.

Ecco tre cose facili da fare per essere più bella:

Escludendo il rasoio che non rientra nel mio vocabolario da estetista, porta con te in valigia:

1) una crema per il corpo da spalmarti senza fretta dopo la doccia.

2) una raspa per i piedi da passare giornalmente sotto il piede e sul tallone per piedi lisci e morbidi.

3) uno scrub viso/corpo da passare settimanalmente per una pelle liscia e un’abbronzatura duratura.

Cose semplici, portano via poco tempo, ti fanno più bella!

L’acqua in estetica

Athena Estetica - L'acqua in estetica

Tutti conosciamo l’importanza del bere per l’equilibrio del nostro benessere e per la bellezza della nostra pelle.
L’acqua infatti rappresenta circa il 70% del nostro peso corporeo e svolge numerose funzioni:

– è responsabile dell’elasticità e compattezza della pelle
– è essenziale per lo svolgimento delle reazioni chimiche o biochimiche (per esempio anche nel dimagrimento)
– è utile nella termoregolazione
– favorisce l’eliminazione delle sostanze di scarto
– è indispensabile nel corretto funzionamento dell’apparato gastro-enterico
– garantisce la lubrificazione delle articolazioni e dei tessuti,

Sul piano estetico, una disidratazione porta ad una perdita dell’elasticità, del tono della cute e dei tessuti, favorendo la comparsa di rughe ed altre alterazioni dell’aspetto della pelle.

Un consiglio quindi è quello di assumere almeno 1,5 l di acqua al giorno e di cambiare spesso l’acqua che si beve per favorire un giusto e vario apporto di minerali.
Invece bisognerebbe fare attenzione al “residuo fisso” di un’acqua perchè questo deve essere il più basso possibile.
Informazioni sui minerali e sul residuo fisso si possono trovare in etichetta.

A volte bere la giusta quantità di acqua al giorno è il miglior sistema per prolungare la giovinezza della pelle, ed è anche a basso costo!

Perché non hai un colorito roseo?

Pelle rosea

Possono esserci più fattori che non ti fanno avere la pelle del viso fresca e rosea come vorresti, vediamo quali sono:

– la tua genetica. Se tendi al grigiognolo o al giallo puoi correggerlo
solo con il fondotinta.

-L’inquinamento atmosferico. Metalli pesanti, monossido di carbonio e polveri sottili si depositano sulla cute rendendola grigia.

– I residui di trucco. Se la sera non ti strucchi bene questi residui possono provocare la comparsa di punti bianchi, neri e accumulo di detriti.

– Il turn-over cellulare. Se per età o stile di vita la tua epidermide non si rinnova ogni 28 giorni ma ogni 2 mesi il tuo viso sarà più cupo, ruvido e grinzoso.

La soluzione?

– struccarsi bene tutte le sere
– crema mattina e sera
– esfoliare 1 volta a settimana
– frutta e verdura di stagione
– acqua
– la tua Estetista di fiducia per trattamenti mirati per la Tua pelle.

Se hai domande scrivile nei commenti