A Natale regala bellezza e benessere

AthenaCentroBenessere Pelle e cute, Varie , , , 0 Commenti
Trattamenti e massaggi regalo di natale da Athena Centro Estetico e Benessere

Il benessere: il regalo più gradito.
Negli ultimi anni è cresciuto sempre più il desiderio di relax e trattamenti di estetica di base (manicure, pedicure, semipermanente) e di estetica avanzata (trattamenti viso rivitalizzanti e corpo, riducenti o drenanti) regalare card e servizi nei centri estetici è diventata ormai una consuetudine.
A Natale quindi fai un regalo che sarà sicuramente gradito: una gift card o un servizio di estetica nel nostro Istituto di Bellezza.

Come proteggere la pelle dal sole – Quanto contribuisce l’esposizione solare all’invecchiamento della pelle?

Athena Estetica - Proteggersi dai raggi solari

Un buon prodotto solare è quello che ha filtri stabili che non devono essere ” assorbibili ” dalla pelle.
I filtri di bassa qualità non garantiscono la foto-stabilità e possono creare seri danni alla pelle ma anche all’intero organismo. Un’altra cosa importante da ricordare è quella di applicare la crema con fattore di protezione anche in città ed esporsi al sole in maniera responsabile. E ricordati sempre che abbiamo un credito solare alla nascita che poi si va ad esaurire, quindi pensiamoci per tempo!

COME SCEGLIERE L’ SPF
Lo sai che i fattori di protezione solare ti proteggono tutti nello stesso modo? No, non sono impazzita, ti volevo solo spiegare perché e come scegliere un fattore di protezione solare. Partendo chiaramente non si può risparmiare sull’acquisto della crema solare perché i filtri devono essere stabili e non assorbibili dalla pelle( lo avevamo già detto!!) e quindi, qualche euro in più lo dobbiamo spendere, in un solare buono la protezione dai raggi UVB è circa il 98% sia se acquisti una protezione 30 sia se acquisti una protezione 50. Allora perché dobbiamo scegliere una protezione a volte media, a volte alta e per alcune pelli altissima?

Perché dipende da quanto tempo impieghi a bruciacchiarti quando sei al sole!
Se mettessimo una protezione 15 su una pelle molto delicata dovremmo riapplicarla dopo 15 minuti e poi ogni 15 minuti di nuovo.
Se mettiamo direttamente una protezione 50+ possiamo starcene un po’ tranquille e riapplicarla dopo un’ora o due. Quindi se un giorno ti dimentichi la crema solare a casa e al mare hai nella borsa solo la protezione più bassa di quella che normalmente usi, sappi che puoi utilizzarla ugualmente perché sarai protetta nello stesso modo ma devi solo ricordarti di applicarla più spesso (e quando dico spesso non intendo solo 2 volte al giorno!)

Invecchiamento e sole – Quanto contribuisce l’esposizione solare all’invecchiamento della pelle?

Athena Estetica - Invecchiamento e sole

L’invecchiamento precoce non è solo questione di genetica o del tempo che passa.
Recenti studi hanno dimostrato che solo il 20% dell’invecchiamento della pelle dipende da un rallentamento delle funzioni biologiche, mentre l’80% è dovuto a fattori esterni come sole, smog e inquinamento. Ne consegue quindi che la comparsa di rughe, l’opacità, i segni di disidratazione, le macchie che compaiono in età giovane non dipendono solo ed esclusivamente da crono invecchiamento ma anche da abitudini scorrette e da elementi esterni tra cui i raggi UV, responsabili dell’invecchiamento.

Il sole fa bene alla salute e all’umore. Ma esporsi al sole in modo eccessivo o sbagliato può provocare danni anche importanti. È bene ricordare che si tratta pur sempre di radiazioni ultraviolette, esistono tre tipi di RAGGI UV:
UVB che raggiungono l’epidermide
UVA che arrivano fino al derma
UVC che difficilmente arrivano alla terra e quindi non preoccupanti per l’uomo

Gli UVB si fermano in superficie e gli effetti son visibili fin da subito con scottature, eritemi o rossori, gli UVA agiscono in profondità, soprattutto nel derma, e nel frattempo le fibre di collagene ed elastina diventano più fragili, si evidenzia la perdita di densità, il rilassamento cutaneo, le macchie ipercromiche e ipocromiche.
Questo dovrebbe spaventarti sufficientemente e farti riflettere.
Questo processo inizia già a 20 anni ed agisce progressivamente quindi protezioni adeguate fina dalla giovane età.
Per questo è importante capire il nostro fototipo ed usare il solare protettivo più adatto alla nostra pelle.

Cos’è la Maskne?

AthenaCentroBenessere Pelle e cute , 0 Commenti
Athena Estetica - News, Maskne

In tempo Covid sono successe tante cose e non ci crederai ma ora esiste anche un nuovo tipo di pelle. Ne ha parlato anche il New York Times e la nuova tipologia si chiama Maskne. È l’unione delle parole Mask ed acne ed è un neologismo che sta ad indicare i problemi cutanei provocati dall’utilizzo della mascherina.
Quali sono i disagi più frequenti?
Respirando si crea vapore acqueo all’interno della mascherina che fa proliferare i batteri quindi le pelli grasse ed acneiche hanno un peggioramento dei “brufoli”, e oltre questo tutti i tipi di pelli riscontrano: pelle secca, disidratata, labbra secche, guance irritate per lo sfregamento con il tessuto che va ad intaccare lo strato corneo.
Questo stress provoca uno squilibrio nella funzione di barriera.
Servono quindi trattamenti viso e corpo specifici in questo momento per riequilibrare le pelli “maltrattate” dalle mascherine.
E a casa prodotti lenitivi, idratanti e massaggiare molto il viso.
Nei Centri Estetici professionali puoi trovare servizi studiati per il momento Covid e creme specifiche per pelli delicate e reattive.

A presto!
Dory

Alterazioni cutanee da Dpi (dispositivi di protezione individuale) e soluzioni cosmetiche

Athena Estetica - News, danni pelle da mascherina

Molti sono i danni da dispositivi di protezione individuale (mascherine, guanti e tute) che utilizziamo o utilizza chi lavora in ospedale in questo periodo di Covid-19.
– Le mascherine provocano un peggioramento della pelle per lo sfregamento, aumento di brufoli, eritemi, dermatiti.
– I guanti possono provocare micosi, disidrosi, macerazioni del corneo disgiunto.
– le tute (per alcune categorie di lavoratori) provocano macerazione cutanea per l’ambiente caldo umido.

Cosa fare?
Cura la pelle con ancora più attenzione, utilizza solo prodotti certificati, fai trattamenti al viso ed alle mani specifici.
Affidati al Centro Estetico Athena, professionisti della pelle.

Il perché delle macchie

Athena Estetica news - Macchie sulla pelle

Negli ultimi 50 anni la nostra pelle ha subito maggiori stress rispetto al passato:
– è aumentata l’esposizione al sole perché di moda rispetto al passato
– è aumentato l’utilizzo delle lampade abbronzanti
– sono aumentate le terapie ormonali che sono fotosensibilizzanti
– l’inquinamento ha aumentato la produzione di radicali liberi
Per questo serve un’esperta della pelle per migliorare le condizioni generali del viso e del corpo.

Da noi trovi Doriana
Prenota il tuo check-up

Vuoi rendere il tuo viso più luminoso?

Athena Estetica news - Dermomagnetic maschera al ferro

Autunno: tempo di peeling

Il peeling consiste nell’applicare una soluzione chimica, piu’ o meno concentrata, che esfolierà gli stati superiori epidermici, offrendo una pelle liscia e luminosa. L’effetto è quello di schiarire le macchie superficiali e attenua le rughe, la pelle si desquama leggermente e non c’è alcun rossore dopo il trattamento.
Il peeling estetico utilizzato dall’estetista è destinato a rigenerare con dolcezza la pelle del viso, del décolleté e delle mani, alla quale conferisce una ritrovata luminosità e una nuova compattezza epidermica.

Ma a ciascuno il suo peeling: Acido Glicolico (AHA): ottimo anti-age, intenso, riduce visibilmente le rughe e increspature, ha un effetto depigmentante, uniforma il colorito.
Acido Mandelico (AHA): rigenera il tessuto, ha un effetto depigmentante globale e antisettico. Stimola il neo-collagene e risulta utile per pelli miste con macchie.
Acido Salicilico (BHA): adatto per le imperfezioni cutanee, controlla e regola la secrezione sebacea, restringe i pori dilatati, uniforma e rivitalizza l’incarnato. Ideale per pelli acneiche e molto grasse.
Acido lattico (AHA):utile nel trattamento di rughe, stimola la produzione di elastina e fibre collagene. Indicato per peli sensibili e disidratate.

Durante il peeling la cliente risente di una leggera sensazione di calore, secondo il tipo di pelle, seguito a volte da un leggero prurito.
Ma al termine il colorito sarà roseo la pelle pulita e nuova.
Durante le cicliche di trattamenti la cliente dovrà idratare molto la pelle a casa e dovrà utilizzare una protezione solare (anche in inverno).
I risultati sono importanti e gli effetti visibili fin dalla prima seduta.Sarà la tua estetista a valutare il tipo di acido più adatto alla tua pelle.
Se vuoi da adesso fino alla prossima primavera puoi utilizzare anche creme contenenti acidi per il lavoro a casa ma la percentuale dei principi attivi sarà comunque inferiore a quella dei trattamenti, però sono importanti.

Hai la pelle secca o disidratata?

Pelle secca e disidratata

Conoscere il proprio tipo di pelle è fondamentale per scegliere la crema adatta e correggere gli errori.

La pelle secca presenta desquamazioni, pori poco dilatati, una sensazione di pelle che pizzica e colorito spento.
E’ una tipologia di pelle e non cambia con il passare dei mesi.
Sono quindi necessarie creme con presenza di burri, oli come l’argan e jojoba o d’oliva. Vitamine e alcuni oli essenziali come la rosa.

La pelle disidratata ha una mancanza d’acqua, tende a tirare ma è una situazione temporanea perché magari un periodo si è bevuto poco e si è mangiata poca frutta e verdura.
Si posso scegliere per rimettere a posto la pelle, creme con vitamineidratanti e sali minerali.
Non è un tipo di pelle.

Vuoi stare meglio in Inverno?

AthenaCentroBenessere Pelle e cute , , , 0 Commenti

La poca attività fisica, le spalle che si contraggono a causa del freddo, il microcircolo che funziona male ed il transito nutrizionale a livello della pelle che diminuisce portano ad un peggioramento generale della pelle.

Se questo stato dura troppo a lungo la qualità e quantità delle cellule diminuiscono e la pelle diventa più sottile ed atona.

Un altro problema è che la pelle può diventare più rugosa a causa dell’epidermide più secca per il riscaldamento degli ambienti chiusi.

L’obiettivo del massaggio in questo periodo dell’anno è quindi quello di dare particolare attenzione al lavoro sulla zona del viso, collo, décolleté e spalle.

Distendendo le spalle e lavorando con movimenti profondi tutte le zone, il viso e tutto il corpo risulterà drenato e leggero.

Anche l’automassaggio può essere un’ottima soluzione aiutandoci con olii naturali e/o qualche goccia di olii essenziali che possiamo riscaldare un po’ ed utilizzando qualche semplice manovra lenta e profonda su viso e corpo.